La sindrome del piede diabetico

Il diabete mellito è una malattia cronica in aumento che è causata da una disfunzione del pancreas o dall’incapacità del corpo di utilizzare l’insulina prodotta. La sua insorgenza sempre più frequente viene attribuita tra le altre cose ad uno stile di vita caratterizzato da un’alimentazione squilibrata e da mancanza di esercizio fisico e quindi viene ritenuto come una delle “nuove” malattie del benessere. La malattia richiede un controllo medico permanente ed è spesso associata ad una serie di complicazioni gravi, come la sindrome del piede diabetico. Si stima che oltre l’80% delle amputazioni necessarie eseguite oggigiorno siano da ricondurre alla sindrome del piede diabetico.

In presenza di una malattia diabetica di base, già piccolissime ferite come vescicole o calli ai piedi, possono trasformarsi in vere e proprie ulcere. I pazienti afflitti da diabete devono quindi, in linea di principio, prestare molta attenzione allo stato dei propri piedi e consultare immediatamente un medico, quando insorge il timore che possa svilupparsi tale ulcera.

In caso di sindrome del piede diabetico, il nostro compito – quali esperti del trattamento delle ferite – consiste, oltre ad utilizzare prodotti specifici nell’assistenza continua durante il processo di guarigione, nella costante supervisione, documentazione ed informazione al medico curante. L’utilizzo di materiali specifici per la cura delle ferite ed il monitoraggio continuo del processo di guarigione sono essenziali. Tra l’altro il monitoraggio dovrebbe continuare per almeno un mese dopo la guarigione completa, poiché solo allora il processo di guarigione si può considerare completo.